1. Come nasce la Casa Editrice?

Dalla voglia di riuscire a creare qualcosa di interessante, di costruire un progetto con un’identità e un tentativo di innovazione.

  1. Chiederete un contributo ai vostri autori per pubblicare o siete totalmente free?

No, non chiediamo nessun contributo.

  1. Quali sono i vostri punti di forza per emergere in un mercato dove le grosse case editrici riescono a monopolizzare la distribuzione?

L’obiettivo principale è la visibilità degli autori ed è difficile non prescindere dalla loro voglia di mettersi in gioco, cerchiamo di fare più iniziative possibili con loro e per loro affinché si possa raggiungere un buon traguardo, non posso dirti altro perché sono segreti e poi dovrei ucciderti.

  1. Libri cartacei o ebook, su cosa puntate principalmente?

Principalmente ebook, i cartacei, per ora, li abbiamo accantonati ma stiamo per partire con il Print on Demand con un partner di livello.

  1. Per il cartaceo avete già qualche distributore o librerie di fiducia?

No.

  1. Quali sono i generi su cui puntate? Quali invece i generi che non pubblicate proprio?

Noi non abbiamo l’ambizione di creare cultura, lo dico spesso, senza prenderci in giro bisogna dire che le case editrici sono aziende e in quanto tali devono fatturare. Cerchiamo un compromesso fra qualità e commerciabilità. Attualmente non pubblichiamo più poesia.

  1. Cosa cercate nei romanzi da pubblicare?

Una bella idea accompagnata da una buona “musicalità”, cerchiamo un potenziale tecnico-commerciale su cui investire a lungo termine. Ed è importante specificare a lungo termine, perché gli autori emergenti devono avere la pazienza di attendere anni per capire se e come il loro “hobby” può diventare qualcosa di più. Noi investiamo in questo tempo per cercare di raccogliere i frutti alla fine.

  1. Avrete delle limitazioni di lunghezza oppure no?

No, non abbiamo nessun limite.

  1. Quanti manoscritti ricevete di media al giorno e al mese? Quanti di questi superano gli step e arrivano alla pubblicazione?

Noi riceviamo circa 300/400 manoscritti al mese, ogni 2/3 mesi facciamo un resoconto e mediamente dal 15% al 25% passano il primo step.

  1. Investite molto nella promozione dei vostri libri?

Investiamo nella visibilità del progetto che di conseguenza si porta dietro i libri. Cerchiamo una visibilità alternativa che spesso viene e spesso no (da scrittori e “addetti ai lavori”).

  1. Risponderete sia in caso positivo che negativo agli autori?

Di solito rispondiamo sempre.

  1. A quanto ammontano i tempi di attesa per la valutazione?

Da 1 a 3 mesi.

  1. A chi devono essere inviati i manoscritti?

Sul nostro sito abbiamo il form apposito per inviare i manoscritti.

  1. Quali caratteristiche devono avere?(è necessario inviare prima una sinossi e i primi due capitoli, si invia via mail….)

Inviare la sinossi con il testo completo è una cosa di buona educazione ed è una cosa che si dovrebbe fare sempre.

  1. Trattate anche Autori esordienti?

Certamente.

  1. Come possiamo vedere il vostro catalogo? 

Sì può andare sul nostro sito www.lettereanimate.com e troverete tutti i riferimenti al catalogo e ai social.

Un saluto

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.