di Will Brownell, Denise Drace-Brownell luomo-che-creo-adolf-hitler-storia-e-segreti_7800_x1000

Erich Ludendorff è stato uno dei comandanti più importanti del secolo scorso, eppure oggi è uno dei meno conosciuti.

Fra i generali tedeschi più influenti della prima guerra mondiale, non solo ha saputo imporsi sul suo superiore, Paul von Hindenburg, ma anche sul Kaiser Guglielmo II. Per anni, Ludendorff è stato il vero leader militare della Germania: ha avuto l’ultima parola su tutte le strategie della prima guerra mondiale, ha rifiutato le opportunità di stipulare una pace vantaggiosa, si è inimicato gli americani fino a farli scendere in campo, ha inviato Lenin in Russia per scatenare una rivoluzione che chiudesse il fronte orientale, e ha organizzato una serie di attacchi su quello occidentale, passata alla storia come “l’Offensiva di primavera”. Poco dopo aver perso la guerra nel 1918, Ludendorff creò la leggenda secondo cui, a influire sulla sconfitta della Germania, sarebbe stata una cospirazione ordita dal popolo ebraico. E qualche anno più tardi, il generale divenne un prezioso alleato di Hitler, promuovendo la nascita del Partito nazista e sostenendo con forza l’idea che una nuova guerra mondiale fosse necessaria per riscattare le sorti e l’onore della madrepatria. Questo personaggio brutale e potentissimo, un vero modello per il futuro Führer, mirava alla creazione di un impero grandioso che non avrebbe avuto rivali. In poche parole, voleva il mondo. E ne ha cambiato per sempre la storia.

La vera storia di Erich Ludendorff, l’uomo che rese possibile l’ascesa del Führer.

Titolo: L’uomo che creò Adolf Hitler. Storia e segreti
Autore: Will Brownell, Denise Drace-Brownell
Casa editrice: Newton Compton
Collana: I volti della storia
Numero pagine: 288+8
costo cartaceo: 9,90
ISBN: 9788854190894

Disponibile dal 19 maggio

Related Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.