Psicopillole

Psicopillole

di Alberto Caputo e Roberta Milanese

Il libro si propone di rispondere ai numerosi interrogativi e dubbi che assillano la maggior parte degli interessati al dibattito: Come funzionano gli psicofarmaci? Chi ha bisogno di prendere psicofarmaci?

Quale terapia è risultata essere la più efficace? Possiamo fare qualcosa
per mantenere la nostra mente e il nostro cervello in buona salute?

Il dibattito sull’utilizzo o meno degli psicofarmaci è sempre vivo.

Con una prefazione di Giorgio Nardone.

La fiducia nei progressi della medicina tipica del nostro secolo, alimentata e amplificata a dismisura dagli interessi economici dell’industria farmaceutica, sta portando sempre più a ritenere che esista una psicopillola per risolvere ogni disagio e, al tempo stesso, che ogni disagio possa essere superato solo grazie ad una psicopillola. Ma è proprio così? Questo libro, basandosi non solo sull’esperienza clinica degli autori ma sullo stato attuale della ricerca scientifica, si pone come
primo obiettivo quello di sfatare questo mito. Non tutti i disagi emotivi, relazionali e psichici sono malattie che richiedono una terapia farmacologica per essere risolte. Anzi, gli psicofarmaci possono essere superflui se non addirittura dannosi quando utilizzati per affrontare disagi o disturbi che non appartengono alla sfera “biochimica” dell’individuo, ma a quel complesso insieme di relazioni che la persona intrattiene con se stessa, gli altri e il mondo.
Titolo del libro: Psicopillole- Per un uso etico e strategico dei farmaci
Autore: Alberto Caputo, Roberta Milanese
Casa editrice: Ponte delle Grazie
Genere: saggio scientifico

Disponibile da settembre 2017

 

I Medici

di Paul Strathern i-medici_9447_

Potere, denaro e ambizione nell’Italia del Rinascimento

«Un libro eccellente.»
The Sunday Times

La vera storia di una delle dinastie più potenti di sempre

L’incredibile storia di una famiglia che è riuscita a diventare una delle dinastie più potenti d’Europa, I Medici è un vivido affresco sul potere, il denaro e la sfrenata ambizione. Sullo sfondo di un’epoca che ha traghettato l’Occidente dal Medioevo all’inizio dell’età moderna e che ha visto la riscoperta del sapere antico, Paul Strathern esplora l’ascesa e la caduta della famiglia Medici a Firenze, e la parabola del Rinascimento italiano così legato al nome e alle imprese della casata fiorentina. Molti sono gli artisti e gli scienziati incoraggiati dal mecenatismo dei Medici che hanno lasciato un segno indelebile: Leonardo, Michelangelo, Donatello, Galileo, Pico della Mirandola. Senza dimenticare le importanti personalità che hanno fatto parte dell’affollato albero genealogico mediceo: papi, capitani di ventura, condottieri, regine e assassini. Una storia che abbraccia oltre tre secoli e che, nel bene e nel male, ha consegnato un’eredità all’Occidente e al mondo intero.
Titolo: I Medici
Autore: Paul Strathern
Casa editrice: Newton Compton
genere: storico
Serie: I volti della storia
Numero pagine: 480+ 8
costo cartaceo: 9,00 (in promozione)
Costo ebook: 4,99
ISBN: 9788822707871
Un racconto vivido, autorevole e drammatico sulla famiglia più influente della storia italiana

«Strathern ha l’autorevolezza dello storico e la penna del romanziere.»
The Washington Post

«Una storia che comprende diverse generazioni, una famiglia il cui mecenatismo ha regalato immensi capolavori al mondo dell’arte.»
Booklist

«Un libro eccellente. La storia intrigante di un’ambiziosa famiglia di banchieri, dall’ascesa alla caduta.»
The Sunday Times

«Una storia straordinariamente completa che copre tutti gli ambiti di influenza della famiglia Medici: dalla cultura all’arte, dalla politica alla religione.»
Kirkus Reviews

Assaggi di lettura- Natale

In questi mesi abbiamo presentato diversi libri, in alcuni casi le case editrici mettono a disposizione dei lettori degli estratti, solitamente i primi capitoli, che sono un invito alla lettura dell’intero libro. Devo dire che spesso questi estratti mi hanno permesso di conoscere degli autori che ho così cominciato ad amare, quindi ve li propongo con la loro copertina.

 

Buona lettura!

Vittoria e Abdul  vittoriaeabdul_stampa

the glass castle  The-glass-castle_VOCI

Segreti e tesori del Vaticano Segreti_e_tesori_del_Vaticano

Le ultime levatrici dell’East End  Le ultime levatrici dell’East End assaggio

Pulvis et umbra Pulvis et umbra assaggio

 

il mangiatore di carta il mangiatore di carta assaggio

 

Negli occhi di chi guarda Negli occhi di chi guarda assaggio

Onde confidenziali Onde confidenziali assaggio

 

Passaggi in Siria passaggio in Siria assaggio

The Store

di James Patterson The Store

James Patterson non è solo l’autore di thriller più letto nella storia, come certificato dal Guinnes dei primati. Non è solo l’autore più venduto al mondo con i suoi oltre 350 milioni di copie all’attivo. James Patterson è anche un filantropo che promuove la lettura nelle scuole con donazioni di libri e borse di studio. È anche il paladino delle librerie indipendenti, minacciate dalla crisi e dai colossi dell’e-commerce e che lui ha sostenuto con una campagna mettendo a disposizione oltre un milione di dollari.
L’attenzione di Patterson alle dinamiche politiche e sociali contemporanee, la sua preoccupazione per il futuro di lettori, editori e librai, il suo impegno per tutelare e supportare i libri e la lettura, si manifestano ora nella sua attività di scrittore con The Store, un romanzo inusuale, dal ritmo serrato tipico del grande thriller ma dai toni distopici e visionari che getta uno sguardo al contempo divertito e preoccupato su un futuro pericoloso che forse è già presente.
Sbarcato nelle librerie americane il 14 agosto e già al centro di numerose polemiche e attacchi, The Store arriverà nelle librerie italiane a metà settembre.
Qualche anno fa James Patterson dichiarava in un’intervista: “Non ho nulla da obiettare agli store online, ma se uccidono editori e librerie stanno facendo un danno grave. La prossima gazzella a finire nelle fauci del giaguaro potrebbe essere il consumatore”. Con The Store James Patterson dà concretezza narrativa a queste sue preoccupazioni e crea ex-novo un mondo orwelliano in cui i singoli individui vengono ridotti a consumatori passivi, perdendo ogni giorno un pezzettino in più di privacy e autonomia di pensiero, senza neppure rendersene conto. The Store è la storia del più grande negozio online del mondo che – come recita lo slogan – “sa i tuoi bisogni prima che li sappia tu”: non solo può consegnare in tempi brevissimi ogni cosa di cui i clienti hanno necessità grazie all’utilizzo di droni, ma riesce a prevedere e anticipare le esigenze dei consumatori. È proprio questo aspetto che attrae due scrittori newyorkesi, avviliti e in difficoltà a causa dell’avvento dell’editoria digitale: certi di aver fiutato una buona storia decidono di scoprire quale verità si cela dietro a “The Store” infiltrandosi nell’azienda per scoprire dall’interno quali siano i veri meccanismi che governano quel colosso commerciale.
Titolo del libro: The Store
Autore: James Patterson
Casa editrice: Longanesi
Genere: romanzo
Prezzo Cartaceo: 16,40 euro
In libreria dal 14 settembre

 

Vittoria e Abdul

di Shrabani BasuVittoria e Abdul

Abdul Karim ha solo 24 anni quando da Agra, la città indiana del Taj Mahal, arriva alla corte della regina Vittoria a Londra. È un “dono” dell’India alla sua imperatrice e sovrana d’Inghilterra in occasione dei festeggiamenti del suo giubileo d’oro. È il 1887, Vittoria è anziana e triste dopo la morte del suo fedele servitore – e amante – John Brown. Abdul è bello e aitante e in breve tempo, da servitore al tavolo della regina, ne diventa attendente personale e Munshi, cioè insegnante di lingua urdu. Vittoria si affeziona a lui, apprezza i curry che Abdul le prepara, è curiosa del suo mondo. In un momento di rivolte indipendentiste delle colonie indiane, il giovane diventa anche consigliere e confidente per le faccende del suo Paese. Il suo prestigio aumenta, tanto che nei viaggi ufficiali in cui accompagna la regina, viene spesso scambiato per un principe.

Tanta fortuna e influenza non possono che alimentare l’odio di quanti, a corte, guardano con sospetto e preoccupazione a quel legame. Un legame che la regina difenderà caparbiamente da tutto e tutti.

 

Titolo: Vittoria e Abdul
Autore: Shrabani Basu
Casa editrice: Piemme
Collana: Saggistica
Serie: Storie vere
Numero pagine: 312
costo cartaceo: 18,50
costo ebook: 9,99
ISBN: 978-88-566-6047-0

Pugni

di Pietro Grossi Pugni

Nel 2006, appena uscito, questo libro suscitò subito una magnetica attrazione nei lettori e nella critica che parlò di una rivelazione. Fu un vero caso letterario. Sarà stato quell’inizio folgorante: «A me la faccenda della boxe piaceva parecchio. Non so cos’era. Forse anche la formidabile sensazione che c’era un luogo dove avevo qualche numero, o dove comunque potevo battermi ad armi pari». O il titolo che con vaghezza ricorda Hemingway e i raccontatori americani, al cui forte modo di sentire realistico e poetico questi tre racconti nettamente si ispirano. O la giovinezza dello scrittore che aveva allora ben meno di trent’anni. O questo parlare di giovani che la copertina fa balenare, in lotta, avversari e complici, per una specie di unità dell’esperienza perduta in frammenti.
Un’attrazione poi sostenuta, aprendo il volume, dall’intensità eccezionale del primo racconto, Boxe. Narra del Ballerino e della Capra: è come se tutto il loro tempo, quello breve trascorso ma anche il futuro, fosse stato disegnato per il loro incontro sul ring. Il Ballerino è per bene e «sfigato» secondo l’autodefinizione; con la sua leggerezza da libellula sul quadrato, è diventato una leggenda, La Capra, è povero, è sordo ed è un campione che scala la vittoria come le capre i burroni. È questo un ritratto che si incide nel profondo, di ragazzi alle prese con l’iniziazione alla vita e con l’illusione accecante del segreto dell’esistenza.
Cavalli, il secondo racconto, ha come un andamento di ballata in spazi aperti: due fratelli, ricevono dal padre due cavalli e il via al loro destino. Uno dei due va in città in cerca di avventura, l’altro resta. Una ferita aperta da lavare li ritrova fianco a fianco e svela chi è già uomo e chi deve ancora diventarlo.
La scimmia, il terzo, narra la voglia di sparire come soluzione possibile: l’amico conosciuto come più ricco, più fortunato, improvvisamente decide di essere una scimmia. Il velo del delirio si attacca all’amico sano quasi a rappresentare un’altra visione della vita, come il nostro doppio che ci sta sempre accanto.
Titolo: Pugni
Autore: Pietro Grossi
Casa editrice: Sellerio
Collana: La memoria
Numero pagine: 200
costo cartaceo: 13,00
costo ebook: 8,99
EAN: 9788838937200

dicono di quest’opera:

Un giovanissimo scrittore di un’epica del quotidiano, dell’eterno bisogno di provare a se stessi che si è veri, in tre racconti dell’inappagata ricerca di un’unità dell’esperienza dentro un mondo frantumato e narcisista.

«Un libro perfetto, se è concesso che ogni tanto anche il critico si lasci andare».

Giovanni Pacchiano, Il Sole – 24 Ore

«Tre racconti esemplari: tre storie di quelle che uno pensa vorrei averle scritte io, sapendolo fare, o almeno averle immaginate».

Concita De Gregorio, La Repubblica

«Pietro Grossi è una felice scoperta di casa Sellerio, una vocazione letteraria non ipotecata dalle mode, dalle scuole di scrittura, dalle avanguardie à la coque. I tre racconti d’esordio sono lì a documentarla, ciascuno una prova sicura».

Bruno Quaranta, ttl – La Stampa

La passeggiata di Kant

di Roger-Pol Droit La passeggiata di Kant

Una piccola storia della filosofia a partire dalla dimensione del camminare attraverso 27 racconti divertenti e profondi sui filosofi più amati e conosciuti.

Il libro traccia un percorso dalla Grecia antica ai giorni nostri, per capire quanto il camminare definisca la nostra umanità e per scoprire come camminare, pensare e parlare siano in verità un unico movimento.

Da un grande divulgatore francese, un libro originale e accessibile a tutti, che unisce due argomenti di successo: la filosofia e la passione per il camminare.

Il sandalo di Empedocle, il bastone di Diogene, il buon cammino di Confucio, la linea retta di Cartesio, il cammino della Storia di Marx, la camminata selvaggia di Thoreau, e molti altri… Camminare è un’attività che ha a che fare col pensiero. Aristotele misurava a grandi passi il Liceo con i suoi allievi; Kant passeggiava quotidianamente per Königsberg; Rousseau attraversava la Francia a piedi; Nietzsche vagava sulle cime di Sils-Maria. Molti filosofi che hanno elaborato il loro pensiero a grandi passi sono raccontati in queste pagine. In 27 racconti divertenti e profondi, Roger-Pol Droit costruisce, a partire dalla dimensione dell’andare a piedi, una piccola storia della filosofia. Una passeggiata letteraria, originale ma accessibile a tutti, su che cosa vuol dire davvero il camminare.
Titolo del libro: La passeggiata di Kant
Autore: Roger-Pol Droit
Casa editrice: Ponte delle Grazie
Genere: saggio filosofico

Disponibile da settembre 2017

 

La piccola libreria di Venezia

di Cinzia Giorgio la-piccola-libreria-di-venezia_9481_

Margherita ha un dono: sa consigliare a ogni persona il libro giusto. È per questo che, delusa dalla fine della sua storia d’amore, lascia Parigi e torna a Venezia, con l’intenzione di aprire una libreria nella bottega d’antiquariato appartenuta al padre. Poco prima dell’inizio dei lavori di ristrutturazione, rovistando tra vecchie carte, Margherita trova, incastrata in fondo a un cassetto, una foto che ritrae una giovane donna. “Per Anselmo, il mio grande amore”, recita la dedica sul retro, che riporta anche data e luogo: aprile 1945, Borgo degli Albizi, Firenze. Margherita nota con stupore che la ragazza ha al collo un ciondolo identico a quello che le ha lasciato suo zio Anselmo. Com’è possibile? Quel ciondolo è un pezzo unico, non può trattarsi di una copia. Incuriosita dalla scoperta, decide di indagare e parte per Firenze. La sua piccola ricerca la conduce in una libreria, la cui proprietaria è la figlia di Emma, proprio la donna della foto. Ma in quel luogo Margherita conosce anche qualcun altro: Fulvio, uno scrittore un tempo famoso, che non pubblica da anni e che nasconde un mistero nel suo passato…

Titolo: La piccola libreria di Venezia
Autore: Cinzia Giorgio
Casa editrice: Newton Compton
genere: sentimentale
Numero pagine: 288
costo cartaceo: 7,50
costo ebook: 0,99
ISBN: 9788822707673

Una giovane donna alla ricerca del suo passato. Un incontro del destino tra le pagine di un libro.

Hanno scritto di La collezionista di libri proibiti

«Cinzia Giorgio imbastisce sapientemente una storia tutta costruita sulla passione per la lettura dimostrandosi una scrittrice colta, che sa maneggiare molto bene la lingua e le parole.»
Leggendaria

«Un romanzo al femminile, ma non banale, appassionato, che ha per protagonista l’amore per i libri.»
Mangialibri

«Cinzia Giorgio ha compiuto l’impresa: presentare nel panorama della contemporanea narrativa italiana un libro che costruisce un ponte tra romanzo storico, romanzo di formazione e romanzo d’amore.»
sulromanzo.it

 

Cuciniamo giapponese

di Amy Kaneko cuciniamo-giapponese_9485_

Sono sempre di più gli appassionati di cucina giapponese. Ma quasi tutti pensano di poterla gustare soltanto al ristorante, convinti che sia troppo complicato prepararla a casa. Amy Kaneko, un’americana sposata con un giapponese, sfata invece questo mito: cucinare giapponese si può! È possibile cimentarsi con sushi, ramen o pesce crudo, utilizzando ingredienti facili da trovare e strumenti familiari, per realizzare del vero cibo giapponese dal sapore autentico e delizioso. Amy porta la sua esperienza dentro le nostre cucine: dai piatti giapponesi per eccellenza, come gyoza e tempura, a quelli Yoshuko, influenzati dalla tradizione occidentale, come il riso al curry, o l’omu rice, una frittata con ripieno di riso fritto con pollo e pomodoro. Ma non mancano capitoli dedicati a tofu, uova, verdure, pesce, molluschi e carne. E, naturalmente, ai noodles di riso. Una varietà di piatti non difficili da realizzare, alcuni dei quali molto apprezzati anche dai bambini!
Titolo: Cuciniamo giapponese
Autore: Amy Kaneko
Casa editrice: Newton Compton
genere: guida cucina
Serie: Grandi Manuali Newton
Numero pagine: 192
costo cartaceo: 7,50
Costo ebook: 4,99
ISBN: 978-88-541-9690-2

Gustose e semplici ricette per rimanere in forma e vivere a lungo e in salute

Cucinare giapponese si può!
Ricette per tutti, facili da preparare a casa

 

Negli occhi di chi guarda

di Marco Malvaldi Negli occhi di chi guarda

Nel cuore della Maremma toscana un autentico carosello di personaggi ruota attorno al Podere Pianetti, e ai suoi misteri: una contesa in famiglia, un quadro introvabile, un cadavere che emerge tra le sterpaglie di un incendio, e le capacità inventive di un narratore che intreccia magistralmente scienza arguzia e spirito toscano.
In un posto isolato e bellissimo della Maremma toscana, un’enorme tenuta tra le colline e il mare, si ritrova una compagnia di persone diverse tra di loro. È un appuntamento del destino, anche se non lo sanno. Si sta decidendo se vendere o no, a un gruppo finanziario cinese, la proprietà dove dimorano. E per ciascuno di loro, Poggio alle Ghiande è qualcosa di più che un semplice grande podere. I due proprietari, i gemelli Zeno e Alfredo Cavalcanti, sono divisi, pur senza aperta discordia; l’uno è un sofisticato collezionista d’arte che si è ritirato da decenni nella sua tenuta, l’altro è un broker di mondo i cui affari non vanno sempre a gonfie vele. La questione tocca in misura diversa i vari residenti che affittano i pochi alloggi nella tenuta. Quelli che invece sono ferocemente attaccati alla terra sono due famigli: il vecchio Raimondo, una specie di fattore misantropo che è stato lunghi anni in manicomio; e Piotr, un inquietante polacco fanatico religioso che fa il cameriere. Sono ospiti della villa anche Margherita, bella filologa chiamata a ordinare la collezione di Zeno, e Piergiorgio Pazzi, un genetista. Quest’ultimo incaricato di fare da esecutore di una singolarissima scommessa dalla quale dipenderà se vendere o meno. Una notte, un incendio improvviso divora il bosco di Poggio alle Ghiande e dentro il cerchio delle fiamme si ritrova il cadavere di Raimondo. E mentre sul vecchio fattore e su una certa opera di Ligabue scomparsa cominciano a circolare dicerie, un secondo omicidio toglie ogni dubbio sulla presenza di un assassino. Il mistero di quelle morti sta negli occhi di chi guarda.
Per Marco Malvaldi la cura dei personaggi riveste un ruolo fondamentale, non solo perché su di essi si impernia il gioco delle parti da commedia gialla dei suoi romanzi (l’umorismo), ma anche perché ognuno pur nella sua individualità viene a rappresentare un pezzo di mondo, un pezzo di costume, un pezzo di società (la satira). Così in questi misteri si respira una suspense un po’ da Agatha Christie – con un salotto di personaggi strani messi a interagire e ognuno con il suo mistero sospetto – e un’aria frizzante un po’ da Fruttero&Lucentini – con una satira di costume che non fa generalizzazioni ma dipinge tipi memorabili.
Titolo: Negli occhi di chi guarda
Autore: Marco Malvaldi
Editore: Sellerio
N° pagine: 250
Genere: romanzo
Costo cartaceo: 14,00
Costo ebook: 9,99
EAN: 9788838936845